Artisti   –   Esposizioni   –   Cataloghi   –   Curatori    Agency

DustyEye

Viaggiare nel Futuro rende complessa la stesura di una biografia lineare, quindi ci limiteremo a riportare in ordine cronologico solo gli eventi salienti avvenuti a partire dal 2019 a ritroso nel Tempo.

2019: ad un passo dal secondo lustro d’attività, abbiamo continuato a esplorare quanto il Domani ci riserva concentrandoci sul XXIV° secolo, lasso di tempo in cui è vissuto N°44, primo androide emotivamente avanzato.       
Al momento siamo entrati in possesso di un dialogo tra N°44 e un transumanista datato marzo 2314, pubblicato sul semestrale di filosofia curato dall’Univeristà di Torino Philosophy Kitchen (Anno X, N°6), oltre ad una ventina di reliquie appartenute alla macchina sensibile. Il lavoro ha preso il nome di I Dossier di N°44. Divulgati attraverso i nostri canali online ed esposti fino alla primavera 2020 presso Libreria Tomo (zona San Lorenzo, Roma).

2018: l’anno degli Ukron, la valuta planetaria in vigore dal 2504 DC. Nel corso di una Cronovisita al Domani, abbiamo recuperato una valigia zeppa di banconote in tagli da cento, considerando che un singolo Ukron ha il valore di 1123,58 euro, se ne ricava che ogni banconota ammonta ad un capitale di oltre a 112.000,00 euro.

Possedere una così ingente somma di denaro crea non poche difficoltà, in primo luogo di natura etica. Quindi per ridurre l’impatto sulla nostra attività artistica abbiamo deciso di distribuirli con un processo aleatorio orientato a scuotere gli equilibri economici contemporanei.
L’operazione è stata condotta in anonimato per due mesi, poi rivendicata a mezzo stampa tramite la testata Vice in un’intervista firmata da Matteo Contigliozzi.

2017: nel febbraio di quest’anno hanno avuto inizio le nostre esplorazioni del Domani all’interno dell’operazione Il Migliore dei Futuri Possibili. Attraverso un dispositivo rudimentale ci muoviamo nell’Avvenire osservando gli accadimenti più significativi della Storia futura. Documentiamo quanto avviene incidendolo su lastre in alluminio postdatate, la loro funzione è assimilabile a quella delle usuali targhe commemorative, ma non ricordano quanto è accaduto, piuttosto anticipano quanto sarà. Tra le città italiane toccate dal progetto riportiamo Roma, Milano, Venezia, Bologna e Padova.

In occasione di ogni cronobalzo cerchiamo di recuperare un reperto a testimonianza di quanto osservato, abbiamo avuto occasione di esporre il materiale accumulato dal Futuro suscitando tanto stupore quanta incredulità.

Il Migliore dei Futuri Possibili ha raccolto l’interesse della stampa nazionale nell’estate 2017, rendendolo per qualche settimana un fenomeno virale in rete. Il panorama artistico ha risposto calorosamente all’iniziativa, al contrario molto più tiepida la reazione da parte della Scienza, incuriosita ma titubante nell’accettare la possibilità di traslarsi dal Qui e Ora.

Parallelamente nel 2017 è nata un’Amicizia dal retrogusto di sodalizio con lo scrittore Alessandro Gori (aka Lo Sgargabonzi). Curiamo il materiale grafico per le sue esibizioni realizzando immagini consone all’estetica dell’autore, “il più grande scrittore comico italiano” secondo la definizione della rivista Internazionale.

2016: inconsapevoli che da lì a pochi mesi avremmo avuto la possibilità di spostarci nel Futuro, abbiamo cercato di dare una raddrizzata al Contemporaneo con il progetto Un Mese di Bontà.    
Furono messi cinque euro sottovetro affiancati da un martelletto chiedendo di scegliere tra la banconota nell’immediato o cento testi Classici distribuiti dopo trenta giorni nello stesso luogo dell’installazione, se nessuno si fosse appropriato del denaro. Va specificato che l’installazione Un Mese di Bontà è stata posta in luoghi privi di telecamere e di moderato passaggio in cui era possibile agire senza essere notati o giudicati. A Roma i cinque euro sono rimasti intonsi per diciassette ore, a Padova per tre giorni. L’intento era concentrarsi sul concetto di Lungimiranza, basilare per la sopravvivenza e per l’evoluzione.

2015: quest’anno si riassume con La Maniglia della Prospettiva Totale. Una maniglia appunto, ma affiancata da un pannello con riportata la velocità con cui il pianeta Terra si muove nell’Universo: 700.000 km/h. Un dato ragguardevole che potrebbe creare qualche fremito se paragonato alle velocità più triviali a cui si è abituati, da questa osservazione nasce la necessità di una Maniglia cui reggersi mentre si raggiunge la Consapevolezza dovuta al senso delle proporzioni.

Dopo due anni dal lancio un esemplare de La Maniglia della Prospettiva Totale è stato accolto nell’archivio de La Galleria Nazionale (ex G.N.A.M., Roma) e nella collezione permanente del MIAAO (Torino).

2011 – 2013: triennio di collaborazione con il Maestro Giorgio Finamore al ciclo di Arcane Shadows, quaranta tavole di pittura digitale e fotografia dedicate ai miti della Grecia Classica. Dalla cooperazione ne nacque parallelamente un’Amicizia decennale.

2010 – 2014: un primo periodo d’assestamento è necessario per capire quale strada intraprendere. Questi primi anni sono stati spesi confrontandoci con fotografia, collage e modeste sculture, discipline che hanno richiesto un forte investimento di tempo, ma che hanno ricambiato con una serie di esposizioni e inserimenti di cui andiamo fieri. Un prologo soddisfacente a quanto seguirà.

In questi anni ogni lavoro firmato DustyEye è stato donato, affisso in spazi pubblici o reso scaricabile dal nostro sito. Per ora abbiamo consapevolmente ignorato il processo di Quotazione, concentrandoci sul vettore della Storicizzazione. Ad oggi vantiamo articoli, interviste, inserimenti in collezioni di pregio, la menzione in tesi di laurea e cataloghi.      
Non c’è alcun antagonismo verso il mercato dell’Arte, semmai l’intento a studiare canali alternativi che non prevedano la vendita.

Nel sito DustyEye.com è possibile approfondire quanto riportato in questa breve biografia.

Mostre e inserimenti

Maggio 2020, INSERIMENTO in Atlante dell’Arte Contemporanea           
Edito da De Agostini (ISBN: 9788851171834)

Autunno 2019 – Estate 2020, ESPOSIZIONE ANNUALE, “I Dossier di N°44. Reliquie e artefatti dal XXIV° secolo”

Libreria Tomo – Roma, Italia

2 aprile 2019, PUBBLICAZIONE in Philosophy Kitchen N°X, ANNO 6

“DustyEye – Utopia e Singolarità Tecnologica.

Una conversazione tra un transumanista e N°44,

primo androide emotivamente avanzato”

Novembre 2018, INSERIMENTO in Tesi di Laurea

Dott. Alberto Maria Faccia, “Capitale a Fondo (non) Perduto”,

Corso di Laurea in Storia dell’Arte, anno Accademico 2017/1018

Università degli Studi di Roma Tre.

Dal 27 aprile 2018 al 13 maggio 2018, ESPOSIZIONE COLLETTIVA, “Memento”

(Curata da Togaci)

Museo della Castiglia – Saluzzo (CN), Italia

Dal 6 luglio 2017, INSTALLAZIONE PERMANENTE, “Il Migliore dei Futuri Possibili, Targa n°7”

(con il patrocinio del Comune di Roma, Municipio VI)

Quartiere Pigneto – Roma, Italia

Febbraio 2017, “Maniglia della Prospettiva Totale”

inserita nell’archivio de La Galleria Nazionale (ex G.N.A.M.) – Roma, Italia

Gennaio 2017, INSTALLAZIONE PERMANENTE, “Maniglia della Prospettiva Totale”

(edizione speciale realizzata dal Maestro Giorgio Finamore)

MIAAO Museo Internazionale di Arti Applicate – Torino, Italia

Dal 17 dicembre 2017, INSTALLAZIONE PERMANENTE, “Maniglia della Prospettiva Totale”

Palazzo Roncalli – Vigevano, Italia

26 novembre 2016, INSTALLAZIONE TEMPORANEA “Un Mese di Bontà, Atto II”,

Con il supporto di F.A.C. Fusion Art Center.

Osservatorio della Specola – Padova, Italia

30 settembre 2016, INSTALLAZIONE TEMPORANEA, “Maniglia della Prospettiva Totale”

(Evento a cura dell’Università di Bologna inserito all’interno della Notte Europea dei Ricercatori 2016)

Il CUBO – Bologna, Italia

20 maggio 2016, ESPOSIZIONE PERSONALE, “Collage di dubbio gusto con buone intenzioni”

WikiArt Lab – Bologna, Italia

7 maggio 2016, INSTALLAZIONE TEMPORANEA, “Un Mese di Bontà, Atto I”

Parco di Villa Borghese, Statua di Goethe – Roma, Italia

Novembre 2015, INSTALLAZIONE PERMANENTE, “Maniglia della Prospettiva Totale”

MAU Museo di Arte Urbana – Torino, Italia

Dall’11 ottobre 2015, INSTALLAZIONE PERMANENTE, “Maniglia della Prospettiva Totale”

Winter Line Museum – Livergnano (Bologna), Italia

Dal 14 giugno 2014 al 14 settembre 2014, ESPOSIZIONE COLLETTIVA “Le Camere Oscure”

(Curata da Enzo Biffi Gentili)

Complesso Monumentale di San Francesco – Cuneo, Italia

Dall’8 febbraio 2014 al 2 marzo 2014, DOPPIA ESPOSIZIONE “Giorgio Finamore & DustyEye”

Chiesa di Sant’Orsola – Conegliano Veneto (Treviso), Italia

Dal 4 ottobre 2013 al 3 novembre 2013, ESPOSIZIONE COLLETTIVA “New Generation Festival”

Palazzo Pisani, Lonigo (Vicenza), Italia

Dal 1 settembre 2013 al 30 settembre 2013, ESPOSIZIONE COLLETTIVA “10SQUARES.it”

(Evento promosso e con il patrocinio del Comune di Padova)

Esposizione digitale presso dieci fermate del Tram – Padova, Italia